29 Maggio 2018 HUNTERS

Nutrizione Pliocene

LA nutrizione PLIO del Dr Jacopo Querci, si basa su un concetto molto semplice, la nostra specie si è evoluta secondo alcune teorie innovative molto accreditate in un ambiente semi acquatico , come quelli scelti per i nostri eventi e gare. Un ambiente lacustre rucco di torrenti e foreste, oppure un ambiente costiero ricco di anfratti e insenature . In questi ambienti i primi ominidi riuscirono a trovare un ecologia molto meno competitivia rispetto alla foresta , avendo perso la loro andatura quadrupede, essendo meno mobili a causa della convergenza scapolare e del bacino sugli alberi , dovevano trovare un ambiente più consono, ecco che l’ambiente acquatico iniziava a rendersi più consono, la verticalizzazione della colonna vertebrale portano i primi ominidi a cercare cibo con migliore efficenza in acqua in pochi metri sotto la superficie, l’agilità perduta sugli alberi viene sostituita da una andatura eretta più efficace nel muoversi in ambienti terreni frastagliati e misti come le rocce per cercare alghe funghi, girini piccoli pesci intrappolati dalle maree, oppure crostacei e bivalvi . In questo modo la grande ricchezza di nutrienti , di facile assorbimento , il grande contenuto di acidi grassi omega 3 presenti in questi alimenti potevano accelerare lo sviluppo del sistema nervoso centrale e con esso l’evoluzione della specie homo sapiens.

Tagged: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hunters Contattaci!

Siamo un gruppo di professionisti di Sport,Fisiologia,Medicina,Nutrizione: Abbiamo creato un programma innovativo chevi trasformerà completamente per ogni chiarimento non esitate a contattarci